3 consigli per utilizzare al meglio la stracciatella di burrata

Materie prime di qualità e rispetto per la tradizione

Sei un appassionato di stracciatella di burrata e ti piacerebbe avere qualche consiglio utile su come utilizzarla al meglio per apprezzarne ancora di più il gusto? Hai deciso di invitare degli amici a cena e vorresti servire della stracciatella di burrata ma non sai come conservarla al meglio per piatti davvero gustosi? O sei semplicemente curioso di scoprire come servire la stracciatella di burrata e quali sono gli usi più indicati in cucina?

Ecco un articolo con qualche consiglio utile per apprezzare ancora di più la stracciatella di burrata!

Noi di Casa Radicci da oltre 50 anni produciamo formaggi a pasta filata e molle e, in particolare, stracciatella di burrata, utilizzando il latte piemontese di altissima qualità secondo l’antica tradizione casearia pugliese.

La nostra stracciatella di burrata ha un gusto inconfondibile e una consistenza inimitabile, ideale per accompagnare ogni pietanza che proporrai ai tuoi ospiti.

E per apprezzare ancora di più questa specialità tutta italiana ti forniremo alcuni consigli su come utilizzarla a meglio per preservare il suo gusto ricco.

Buona lettura!

Passione e tradizione che si uniscono in un prodotto dal gusto inconfondibile

3 consigli sulla stracciatella di burrata: come utilizzarla in cucina

  1. Conservare in frigo

Il primo consiglio sulla stracciatella di burrata riguarda la sua conservazione. La stracciatella di burrata va conservata in frigo e consumata entro la sua data di scadenza.

L’ideale sarebbe di conservare la stracciatella di burrata nella sua confezione per preservare la sua cremosità data dalla panna, uno degli ingredienti tipici con cui viene prodotta la stracciatella e che conferisce quel gusto così saporito.

La stracciatella di burrata va consumata entro un paio di giorni per gustarne appieno la freschezza e, prima di gustarla, ti suggeriamo di lasciarla fuori dal frigo per riportarla a temperatura ambiente.

  1. Gustare al naturale

 Con la stracciatella di burrata si possono preparare tantissime ricette gustose e sfiziose che incontreranno i gusti di tutti.

Per apprezzare il gusto saporito e gustoso della stracciatella di burrata ti consigliamo di mangiarla al naturale da sola con un filo d’olio crudo oppure come ingrediente speciale per un antipasto gustoso e originale, come ad esempio su bruschette o pane tostato, abbinandola a peperoni arrostiti oppure acciughe e pomodori oppure ancora con fichi e miele.

  1. Accompagnare primi piatti gustosi

La stracciatella di burrata è un formaggio talmente versatile che, grazie al suo gusto inconfondibile, è in grado di arricchire qualunque pietanza, soprattutto i primi piatti. Non è un caso che ci sono tantissime ricette che propongono la stracciatella di burrata.

Spaghetti o bucatini sono tra i formati di pasta che meglio esaltano il gusto della stracciatella di burrata, eventualmente accompagnandola con pomodorini o pesto per primi piatti davvero prelibati.

Oppure ancora la stracciatella di burrata è ideale per conferire ancora più cremosità alle zuppe come, ad esempio, la crema di zucca con stracciatella di burrata oppure ancora vellutata di piselli oppure crepes con funghi e stracciatella.

Come vedi, la stracciatella è davvero quell’ingrediente speciale che arricchisce le tue portate. La stracciatella di Casa Radicci, poi, ha un gusto ancora più rotondo, grazie alla perfetta combinazione di latte piemontese da mucche allevate in allevamenti certificati e controllati e tradizione casearia pugliese.

Se ti interessa approfondire le diverse combinazioni della stracciatella o avere qualche informazione in più sui tantissimi prodotti di Casa Radicci che potrai trovare nei migliori supermercati, ti invitiamo a visitare il nostro sito e la sezione delle ricette.

3 consigli per utilizzare al meglio la stracciatella